Prospettive di ripresa per ristrutturazioni ed edilizia buone premesse per l'edizione 2015 di MADE expo

Pubblicato 12 Marzo 2014 Visite: 1831
Stampa

Le previsioni positive per la seconda parte di quest'anno fanno sperare che l'edizione 2015 di MADE expo si possa svolgere a cavallo della ripresa per il mondo dell'edilizia e del legnoarredo. Le stime per il settore sono infatti orientate all'ottimismo, grazie all'outlook di ripresa delle compravendite, al consolidamento delle ristrutturazioni edilizie e alla decisa ripresa delle vendite all'estero, che stanno tornando ai livelli precrisi con 633 milioni di euro di esportazioni previste per la fine del 2014. Lo affermano i primi dati del rapporto EdiliziaArredo resi noti a Milano in occasione della presentazione dell'edizione 2015 di MADE expo, appuntamento biennale dedicato all'architettura, al design e all'edilizia in programma a Fiera Milano Rho dal 18 al 21 marzo 2015.

 

Dopo il successo dell'edizione 2013 con oltre 211mila visitatori (di cui 36mila stranieri, il 14% in più rispetto all'edizione 2012) le premesse sono positive anche per l'edizione 2015 della kermesse - notano gli organizzatori - che si svolgerà alla vigilia dell'esposizione universale di Milano e che ne «anticiperà i contenuti, le tecnologie e i materiali utilizzati per la realizzazione». Con "Building the Expo" il visitatore della fiera avrà infatti la possibilità di conoscere in anteprima il know-how di un evento che porterà a Milano oltre 30 milioni di visitatori.

«La contrazione dell'edilizia interna – notano da FederlegnoArredo - sembra aver finalmente rallentato il ritmo che l'ha contraddistinta negli ultimi sei anni, e ciò grazie al buon andamento della manutenzione straordinaria e della riqualificazione energetica (+3% previsioni Ance per il 2014) che continuano a godere delle agevolazioni fiscali del 65% (risparmio energetico) e del 50% (ristrutturazioni), strumenti che, in sinergia, hanno consentito al settore nel suo insieme di mantenere alcune posizioni nonostante una crisi che non ha risparmiato colpi».

La forte spinta all'internazionalizzazione di MADE expo (che si conferma la manifestazione di riferimento per allacciare e concludere rapporti proficui con investitori stranieri) ha invece sostenuto la decisa ripresa delle esportazioni di prodotti per l'edilizia. Da un'analisi dei primi dati del Rapporto EdiliziaArredo del Centro Studi FederlegnoArredo, le vendite all'estero stanno tornando ai livelli pre-crisi con 633 milioni di euro di esportazioni previste per la fine del 2014 (606 milioni nel 2012). Analizzando i principali mercati del sistema EdiliziaArredo nel periodo gennaio-settembre 2013, Francia (52 milioni di euro), Svizzera (49 milioni) e Russia (44 milioni) si confermano ai primi posti per importazioni di prodotti italiani. Da registrare la forte crescita della Turchia, passata da 11,2 milioni di euro di acquisti nel 2012 agli oltre 48 milioni nei primi nove mesi dell'anno passato.

Made Expo 2015 vuole dunque essere il volano per la ripresa del settore delle costruzioni. «Anche con l'internalizzazione - ha sottolineato Roberto Snaidero, presidente di Federlegno Arredo - Made Expo può portare l'architettura italiana in tutto il mondo e mostrare le potenzialità e le caratteristiche delle aziende italiane». «Quella dell'anno prossimo sarà un'edizione straordinaria, con un grande potenziale, che deve essere sfruttato - ha commentato il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi -. Mapei ha creduto nel progetto di MADE expo fin da subito e continueremo a sostenere con forza la sua capacità di attrarre investitori stranieri». Alla presentazione hanno partecipato anche il vice ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il presidente di Assimpredil Ance Claudio De Albertis e il commissario del Governo per Expo 2015 Giuseppe Sala.

MADE expo sarà articolato in quattro saloni specializzati (Costruzioni e materiali; Involucro e serramenti; Interni e finiture; Software, tecnologie e servizi), in grado di garantire l'incontro diretto tra domanda e offerta. La rassegna ospiterà pure i Demo Labs e gli Archi Labs, due "incubatori di innovazione" che garantiscono un dialogo tra aziende progettisti e installatori. C'è attesa infine per la prima edizione di MADE expo Worldwide, in programma a Mosca dal 15 al 18 ottobre 2014, una presenza di primo piano in uno dei mercati più promettenti per le finiture made in Italy. La rassegna si svolgerà in contemporanea con i Saloni WorldWide, uno degli appuntamenti più attesi dagli operatori russi.

 

www.casa24.ilsole24ore.com

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa estesa.